Ambiente: l’Italia dinanzi alla Corte per non aver applicato le norme UE in materia di rifiuti

Press release

La Commissione europea rinvia l’Italia dinanzi alla Corte di giustizia europea per la mancata applicazione di una sentenza della Corte del 2004 riguardante alcune discariche nei pressi di Milano.

Nel settembre 2004 la Corte di giustizia europea aveva rilevato un’infrazione delle norme UE in materia di rifiuti da parte dell’Italia in merito a tre discariche, alcune delle quali contenenti rifiuti pericolosi.

Sulla base delle ultime informazioni disponibili, a distanza di sei anni dalla sentenza della Corte, soltanto una delle discariche è stata bonificata.

La Commissione chiede alla Corte di comminare sanzioni pecuniarie che consistono in un’ammenda giornaliera di 195 840 € a decorrere dalla data della seconda sentenza della Corte fino ad avvenuta applicazione della decisione, nonché in una somma forfettaria che corrisponde a 21 420 € per ogni giorno decorso dalla data della prima sentenza della Corte fino alla seconda sentenza della Corte. È quanto stabilito dall’articolo 260 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea.

Questa voce è stata pubblicata in EULaw e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.